12 DIC 2018

Tipologie di reti informatiche

Le reti informatiche dei nostri giorni sono, fondamentalmente, insiemi di dispositivi elettronici interconnessi, che comunicano vicendevolmente per lo scambio di informazioni e per l’eventuale visualizzazione, immagazzinamento ed elaborazione di queste ultime.

 

Tipi di rete informatiche: classificazione

La rete informatica maggiormente rappresentativa del nostro mondo attuale è internet. Internet è caratterizzato da una forte eterogeneità di protocolli di comunicazione e dispositivi utilizzatori (per esempio telefoni, pc, sensori, elettrodomestici e quant’altro) e per tale motivo andrebbe meglio pensato come una rete di reti.

Ma quali sono i tipi di rete informatica che compongono internet? Le reti informatiche possono essere classificate in tanti modi diversi, in base a:

  • tipo di connessione utilizzato per la comunicazione;
  • topologia (ossia la conformazione) fisica/logica delle connessioni di rete;
  • architettura;
  • estensione geografica.

 

Tipi di connessioni nelle reti informatiche: wireless e cavo

La connessione all’interno di una rete informatica, ossia il mezzo attraverso cui passano le informazioni, può essere di due tipi: wireless e cavo.

La tecnologia wireless consente il collegamento in rete senza la necessità dell’utilizzo di cavi (che risultano invasivi). Il protocollo di comunicazione wireless più conosciuto è lo standard IEEE 802.11, particolarmente noto per essere quello maggiormente utilizzato per la connessione a internet dei nostri PC e che consente distanze di connessione fino a 100 metri (in assenza di ostacoli).

Altri tipi di protocolli di connessione wireless degni di nota risultano essere:

  • il bluetooth: creato con lo scopo di condividere informazioni rapidamente, tra pochi dispositivi, per brevi distanze (pochi metri);
  • la rete cellulare: caratterizzata dal tipo di dati che in essa transitano, ossia i contenuti delle telefonate e dei messaggi SMS. La rete cellulare si sta fondendo sempre più all’interno della rete internet, infatti buona parte dei servizi di telefonia e messaggistica girano su applicazioni internet come Whatsapp e/o Telegram.

Le connessioni cablate fanno uso di cavi per il trasporto dei dati e si contraddistinguono per la maggiore velocità ed affidabilità nel recapito delle informazioni rispetto alle connessioni wireless. I cavi più utilizzati nelle reti informatiche sono:

  • doppino telefonico: funziona tramite la trasmissione di segnali elettrici per mezzo del rame ed è caratterizzato da costi di installazione bassi e basse velocità trasmissive, viene principalmente utilizzato nei cablaggi all’interno delle case e/o uffici;
  • fibra ottica: funziona in modo totalmente opposto: i dati viaggiano sotto forma di segnali luminosi riflessi all’interno del cavo da un sistema di specchi, come rappresentato in figura:

Come si propaga il segnale luminoso nella fibra ottica

La comunicazione in fibra ottica è caratterizzata da costi di installazione molto elevati e viene utilizzata per lo scambio di dati su lunghe distanze e comunque all’interno della back-bone di internet (ossia la sua cosiddetta “spina dorsale”).

Redatto da Fabrizio Milazzo e Lucia D’Adamo