08 GEN 2019

Le startup italiane al CES 2019 di Las Vegas

A breve oggi il CES 2019 di Las Vegas aprirà i suoi battenti. Il CES si svolgerà dall’8 all’11 gennaio 2019.

 

CES 2019: alcuni numeri

Il CES è la fiera dell’elettronica di consumo giunta alla sua 51° edizione. Quest’anno figurano 4.500 aziende, tra cui 1.250 startup, 1.000 speaker che si alterneranno in 250 conferenze ed è prevista un’affluenza di 180.000 persone.

 

L’Italia al CES 2019

Delle 1.250 startup presenti al Consumer Electric Show, una cinquantina saranno italiane e presenteranno le loro innovazioni nell’Eureka Park, l’area del CES dedicata alle startup.

Le startup italiane sono state scelte da Tilt – The Italian Lab for Technology – in collaborazione con l’Agenzia ICE ed il contributo dell’Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani.

Il CES 2019 darà a queste startup ed alle aziende la possibilità di farsi conoscere e di incontrare investitori ed imprenditori internazionali.

Le startup italiane provengono da tutta la nostra penisola ed operano in diversi settori: food e health & wellness i due principali, ma anche smart home e transportation, servizi digitali, robotica e soluzioni per le smart city.

 

Il settore food al CES 2019

Molte le startup nel settore food. Le loro proposte sono:

  • tecnologie (di Autentico) per evitare la produzione di prodotti contraffatti grazie alla possibilità di tracciare la provenienza del prodotto;
  • dispenser di vino (di Albicchiere) per conservare per un periodo la bottiglia di vino senza preservarne le qualità organolettiche;
  • sistemi (di BluAgro) che permettano l’analisi del ciclo di vita delle piante;
  • sistemi (di Bluetentacles) di irrigazione automatici;
  • piattaforma (di Emerge) per l’incontro tra produttori e consumatori;
  • la possibilità (data da Kuokko) di poter realizzare un sistema di ordini take away online personale.

 

L’health & wellness italiano a Las Vegas

Nel settore health & wellness (salute e benessere) troviamo startup che hanno realizzato:

  • dispositivi indossabili che permettono di monitorare i pazienti affetti da alzheimer (OiX Care di Avanix) e la respirazione e postura dei bambini (PaciBreath sempre di Avanix);
  • soluzioni che permettono di adattare le dita delle protesi alla forma degli oggetti e di muovere tutte le falangi con un solo motore (Adam’s hand di Bionit Labs);
  • un’app per smartphone per eseguire un elettrocardiogramma estremamente preciso, facile e veloce (proposta dalla startup D-Heart).

 

Servizi digitali

Nei servizi digitali sono molto interessanti le idee delle startup:

  • MatiPay: i servizi digitali (Netflix, Amazon, eBay e simili) potranno essere pagati attraverso un’app sul cellulare che accetterà anche denaro contante! Sarà sufficiente inserirlo in un distributore automatico – sì, quelli dove si comprano gli snack, che in Italia non mancano – avvicinare l’app al distributore ed il denaro verrà caricato su un portafogli digitale per poi poter essere usato per i propri acquisti;
  • SplittyPay: permette di dividere i pagamenti tra più carte di credito;
  • Smart Squad: la sua app – Ink Squad – sicuramente avrà successo tra gli amanti dei tatuaggi: questi, infatti, attraverso l’app, comunicando qual è il tatuaggio desiderato, saranno indirizzati verso il tatuatore più adatto per quella tipologia di tatuaggio e potranno mettersi in contatto con quest’ultimo;
  • OC: i suoi proiettori olografici offrono una visuale a 360 gradi;
  • SHOWin3D: le sue soluzioni permettono ad ogni azienda di realizzare software per visuali 3D che possono essere adattati in moltissimi settori;
  • Wallabies: attraverso una tecnica nuova, basata su intelligenza artificiale e machine learning, analizza le performance sportive;
  • AreaWFI: le sue soluzioni software e hardware semplificano l’accesso ad internet.

 

Le soluzioni per il settore dei trasporti

Nel settore dei trasporti sono molte le startup che hanno presentato le loro soluzioni al Consumer Eletric Show 2019:

  • Air ha sviluppato un sistema cloud per monitorare consumi, posizione, tragitto ed altri aspetti di un veicolo. I dati raccolti vengono forniti ad assicurazioni ed agenzie di noleggio;
  • Lift analizza la mobilità considerando non solo le automobili, ma anche treni e pedoni;
  • grazie ad un bracciale, ideato da Woolf_ID, i motociclisti potranno essere avvisati della presenza di rischi e di autovelox, in particolare se stanno superando i limiti di velocità;
  • Linky, invece, ha ideato uno skateboard elettrico pieghevole che potrà essere inserito tranquillamente nello zaino una volta chiuso.

 

Domotica

Nelle soluzioni di domotica al CES 2019 troviamo:

  • sensori per monitorare la sicurezza della casa (di Guardian);
  • la trasformazione (per merito di Hide) di cavi e prese in oggetti di design;
  • la lampada smart Momo (di Morpheos) che funziona come hub per gli oggetti connessi presenti nell’appartamento;
  • la soluzione di Powahome, infine, controlla gli interruttori della luce e le tapparelle automatiche. Dotata di intelligenza artificiale, questa soluzione impara le abitudini dei padroni della casa in merito a questi oggetti.

 

Smart city e robotica

Per quanto riguarda le smart city, Enerbrain porta alla fiera dell’innovazione di Las Vegas i propri servizi per il risparmio energetico degli edifici non residenziali.

Infine, il settore della robotica è rappresentato da 2 startup:

  • Stem: i suoi droni, che possono essere utilizzati in molteplici campi, sono collegati da un cavo;
  • TactileRobots: questi robotini precisi potranno aiutare in moltissime attività umane.

 

Queste sono solo alcune delle startup italiane presenti al CES 2019 che tra qualche ora inizierà. Ciò che queste realtà intendono dimostrare è che l’Italia non è solo cibo e moda, ma anche innovazione e di innovazione alla fiera dell’hi-tech di Las Vegas ne portano tanta.

Se volete sapere cosa aspettarsi alla fiera dell’elettronica di consumo, non perdetevi il nostro scorso articolo e continuate a seguirci per rimanere aggiornati sulle novità del CES 2019!

Redatto da Lucia D’Adamo

Ultime News